kermes
kermes

LEXIS Compagnia Editoriale in Torino vi dà il benvenuto nel nuovo sito della rivista Kermes.

Kermes è un progetto editoriale dedicato ai temi del restauro, della conservazione e della tutela del patrimonio culturale. Rappresenta l'evoluzione dell'attività della rivista Kermes, giunta ormai al fascicolo numero 100, che resta al centro del progetto stesso.

Si rivolge a tutti i settori scientifici, professionali ed economici interessati: scienziati e ricercatori, docenti e studenti di università, accademie e istituti di formazione, restauratori, artigiani, imprenditori, ma anche amministratori pubblici, funzionari di musei, galleristi e altre figure legate al mercato delle opere d'arte. Rientrano nella sua sfera di interesse tutte le forme di restauro, conservazione e tutela studiate e praticate, sia di beni mobili che immobili, archeologici, paesaggistici, in Italia, in Europa e nel resto del mondo.

Si propone come luogo autorevole e indipendente di incontro, confronto ed elaborazione, senza essere legato in modo condizionante ad alcuna istituzione, scuola o realtà territoriale. Stabilisce relazioni con le principali riviste estere di settore e con quanto esiste in rete. Aperto al mondo e alle sollecitazioni dell'attualità, intende favorire il dialogo tra i temi del restauro, aggiornati e al passo con le stagioni, e la storia dell'arte, l'architettura, l'ingegneria, le indagini scientifiche, i circuiti museali ed espositivi, il mercato, in una prospettiva globale di corretta gestione del patrimonio.

Rivolge particolare attenzione al valore civile del patrimonio storico e artistico, sancito dalla Costituzione italiana, che considera la sua tutela in funzione della cultura e della fruizione da parte di tutti i cittadini. In questo senso intende mantenere un atteggiamento critico nei confronti delle politiche volte a privilegiare acriticamente la valorizzazione economica del patrimonio culturale.

La caratura scientifica della rivista “Kermes” è assicurata da una scrupolosa politica editoriale che prevede tra l’altro un advisory board di livello internazionale, con il professor Giorgio Bonsanti quale garante scientifico; una procedura di peer review certificata, che può contare su una rete di reviewers anche internazionali coordinati dal comitato editoriale; il lancio di call for papers i cui temi danno il titolo a ciascun numero della rivista, proposti dall'advisory board; la candidatura all'indicizzazione presso i database internazionali di riferimento (Scopus, WoS, EBSCO, Google Scholar...).

Nella forma editoriale dei “Kermes Books” vengono accolte altre pubblicazioni quali report di realizzazioni di restauro particolarmente significative, monografie di settore, atti di convegno, tesi di dottorato particolarmente valide segnalate al comitato redazionale.

Per ogni ulteriore informazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le nuove frontiere del restauro. Trasferimenti, contaminazioni, irnidazioni

Si terrà a Bressanone tra il 27 e il 29 giugno 2017 il XXXIII Convegno Internazionale di Scienza e Beni Culturali.

L'esito del convegno del 2016 “Eresia ed ortodossia nel restauro” rende necessario affrontare il tema concernente le nuove frontiere del restauro. 

Si tratta di riflettere sulle possibilità di trasferire i risultati delle ricerche e delle esperienze maturate da lungo tempo nel settore del restauro, in ambiti più vasti.

Gli obiettivi sono quelli di orientare ed estendere anche a beni non tutelati, dalla piccola alla grande scala, metodologie, prassi e tecniche del restauro e della conservazione, attraverso processi di aggiornamento ed ibridazione.

 

Il numero 99 di Kermes

È in stampa il numero 99 della rivista. Eccone, in anteprima, una parte dell’indice...

 

Leggi tutto...

ESRARC 2017

È disponibile (in formato cartaceo e digitale) il Proceedings Book del 9th European Symposium on Religious Art Restoration & Conservation, svoltosi dal 18 al 20 maggio 2017 a Iaşi in Romania, che inaugura la serie di pubblicazioni Kermes Books.

Abbonamenti

Per conoscere le nuove tariffe (ridotte!) degli abbonamenti alla rivista, e le modalità di pagamento, scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Allo stesso indirizzo possono rivolgersi le librerie commissionarie e le biblioteche interessate ai rinnovi.